Pentecostali nel mondo

Roma, Lunedì 29 Novembre 2021 03:20

Qual è il nostro fine ultimo?

qual è il nostro fine ultimo?"Anzi cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia; e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte" (Matteo 6:33). Il nostro unico interesse deve essere quello di glorificare Dio e spandere il buon profumo di Cristo quali servi, operai, discepoli ed ambasciatori in questo tempo. Molti cristiani sono lamentosi perchè guardano alle cose in basso anzichè preoccuparsi di dare gloria a Dio, di crescere nella Parola, di ricercare la pienezza dello Spirito Santo e di andare a testimoniare il buon profumo di Cristo. Dio sa che ti serve un lavoro, il pane, da vestire, da abitare ... il Creatore del cielo e della terra, il Creatore di Adamo, sa queste cose. E se hai necessità urgenti, dopo aver pregato, chiedi al pastore della tua comunità ed ai fratelli. In cielo, Dio e gli angeli non maneggiano soldi. Ma il Signore ha provveduto ogni cosa nella tasca dei credenti che devono provvedere in carità gli uni verso gli altri, non a parole o citando il versetto del giorno MA mettendo la loro mano in tasca e donando con cuore allegro. "Voi dunque li riconoscerete dai loro frutti" (Matteo 7:20).


La volontà di Dio: categorie

La volontà di DioCrediamo nella Bibbia, quale Parola di Dio, eterna, universale, definitiva, esaustiva e potente da indirizzare qualunque peccatore sulla Via della Verità che conduce alla Vita eterna e cioè alla conoscenza di Cristo, unico mediatore tra l'uomo e Dio, che mediante il Suo perfetto sacrificio, giustifica, riconcilia e santifica.

Dalla Parola di Dio, possiamo trarre tre direttrici circa i modi con i quali la volontà di Dio si manifesta:

a) volontà decretale: ciò che Egli vuole si adempie; se Dio decide una cosa, quella per certo si farà. Esempi ne sono la creazione ed il sacrificio di Cristo.

b) volontà prescrittiva: ad indirizzo generale (leggi, comandamenti) o personale, (indicazioni, richieste, comandi, volti a singoli o gruppi).

c) volontà nascosta: cose non destinate alla conoscenza umana (es. data decesso persona, data rapimento della chiesa o della fine del mondo). Secondo l'espressione di Calvino, dove Dio chiude la Sua bocca, noi smettiamo di chiedere.

Il messaggio della croce contiene due elementi fondamentali:
1) Promesse e rivelazioni che devono essere credute;
2) Comandamenti che devono essere seguiti.

E’ quindi necessario innanzitutto aver fede e poi obbedire. Le promesse e le rivelazioni possono essere solo credute. Non possiamo seguirle perché esse si appellano alla nostra conoscenza e non alla nostra volontà. Allo stesso modo non è possibile credere ad un comandamento. Esso fa appello alla nostra volontà e non alla nostra conoscenza. Possiamo credere che il comandamento è giusto, possiamo confidare nel fatto che esso è buono, ma questo non è sufficiente. L’unico modo di prender posizione verso un comandamento è quello di seguirlo oppure rinnegarlo.

Il messaggio del Cristo crocifisso e il tesoro di rivelazioni bibliche che si basano su questo messaggio hanno il loro fondamento nella fede e nell’obbedienza. E’ per questo motivo che l'apostolo Paolo ha parlato di  "ubbidienza della fede"  senza incorrere in contraddizioni. "Io non mi vergogno dell’Evangelo poiché esso è potenza di Dio per la salvezza di ogni credente". (Romani 1:16); ed ancora "... divenne, per tutti quelli che gli obbediscono, autore di una salvezza eterna" (Ebrei 5:9). 

Rif. Aiden Wilson Tozer (1897 - 1963)

Parola di Dio

Hai una domanda sulla Parola di Dio o sulla vita cristiana? Scrivici

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

EventiPer incontri di evangelizzazione, preghiera, studi biblici, scrivi alla nostra redazione.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TestimonianzeVuoi raccontare in breve la Tua testimonianza? Inviala alla nostra redazione, che dopo averla selezionata, se la riterrà di edificazione la pubblicherà sul sito alla sezione “testimonianze” (le grandi opere che il Signore compie) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Donazioni

Donazioni per questo progetto

AREA RISERVATA