Pentecostali nel mondo

Roma, Lunedì 11 Novembre 2019 23:11

Perchè il popolo di Dio è debole?

più presso a Te, Signore"Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza..." (Osea 4:6).

"ISRAELE, convertiti al Signore Iddio tuo, perchè tu sei caduto per la tua iniquità. Prendete con voi delle parole, e convertitevi al Signore ..." (Osea 14:1-2).

"Io conosco le tue opere; che tu non sei nè freddo, nè fervente! Così, perchè tu sei tiepido, e non sei nè freddo, nè fervente, io ti vomiterò fuor della mia bocca" (Apocalisse 3:15-16).

Questo è il motivo per il quale siamo deboli, affranti, malati, scoraggiati ed in carenza. Camminiamo senza bruciare d'amore per Cristo, distratti dalle cose del mondo, poco curanti della Parola di Dio e dedicando alla preghiera meno tempo di quanto ne dedichiamo a tante cose frivole. E se noi siamo deboli nella sfera individuale, lo siamo anche in seno alla comunità. I pastori sono affetti da magrezza spirituale perchè distratti da mille impegni a danno della consacrazione e del rapporto con Dio e anche i membri di chiesa sono tiepidi. Dio non abbandona il proprio popolo ma la povertà spirituale, porta tante sofferenze. Per questo sentiamo sempre meno la presenza di Dio, vediamo sempre meno opere potenti da parte dello Spirito Santo; per questo la testimonianza è debole, carnale e non produce frutti e molti finiscono anche per lasciare la comunità. Un segno evidente di tutto questo è l'incontro di preghiera: una chiesa vuota con i soliti quattro anziani e poco più, laddove invece la preghiera rappresenta la spina dorsale di un popolo consacrato a Dio. E' tempo di pentimento e di tornare al primo amore. Lo Spirito Santo sovviene ad ogni necessità e ci darà conoscenza, fede, carità e la forza per continuare a camminare per la Via. A Dio tutta la gloria. 

Cosa fai quando ti senti sopraffatto?

confida in Cristo e ringrazialoCOSA FAI QUANDO TI SENTI SOPRAFFATTO?

Il tema del ringraziamento mi venne alla mente in un momento di grande prova personale. Si stavano accumulando così tanti problemi che dissi d'impulso a mia moglie: “Sono stanco. Sono arrivato al limite e vorrei solo scomparire!” Con grande dispiacere cominciai a lamentarmi di Dio: “Signore, quanto tempo ancora mi terrai in questo fuoco? Non vedi quant'è diventato debole il mio spirito? Quando mi risponderai?” Immediatamente lo Spirito Santo cadde su di me e cominciai a provare vergogna. Lo Spirito sussurrò al mio cuore: “Comincia a ringraziarmi ora, David, portami un sacrificio di ringraziamento per tutte le cose che ho fatto per te nel passato e per ciò che sto per fare nel futuro. “Ringraziami per la famiglia, per la salute, per il ministero. Dammi solo un sacrificio di ringraziamento e tutto ti sembrerà diverso. Avrai pace nella battaglia e benedirò e rassicurerò la tua anima”. Quelle parole tranquillizzarono il mio spirito ma mi chiedevo cosa volesse dire il Signore con: “Un sacrificio di lode”. Cercando la parola, restai meravigliato da tutte le referenze che trovai. “Offrano sacrifici di lode e raccontino le sue opere con gioia!” (Salmo 107:22). “Io ti offrirò un sacrificio di lode e invocherò il nome del Signore” (Salmo 116:17). “Presentiamoci a lui con lodi, celebriamolo con salmi!” (Salmo 95:2). E ovviamente, il passo più famoso della Bibbia sul ringraziamento: “Entrate nelle sue porte con ringraziamento, nei suoi cortili con lode; celebratelo, benedite il suo nome” (Salmo 100:4).

Quando non sai dove andare, vai al Signore e ringrazialo! Ringrazia il Signore per il suo perdono, le sue promesse e tutto ciò che ha fatto e che farà. In ogni cosa, rendi grazie!

David Wilkerson (1931-2011)

 

Parola di Dio

Hai una domanda sulla Parola di Dio o sulla vita cristiana? Scrivici

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

EventiPer incontri di evangelizzazione, preghiera, studi biblici, scrivi alla nostra redazione.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TestimonianzeVuoi raccontare in breve la Tua testimonianza? Inviala alla nostra redazione, che dopo averla selezionata, se la riterrà di edificazione la pubblicherà sul sito alla sezione “testimonianze” (le grandi opere che il Signore compie) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Donazioni

Donazioni per questo progetto

AREA RISERVATA